We have enabled User registrations.
0 votes
by

Riassunto semplice sul Decadentismo (corrente letteraria), Giovanni Pascoli e d'Annunzio (scuole medie)?

Salve a tutti!

In pratica quello che vi chiedo e di farmi un piccolo riassunto sul movimento letterario del Decadentismo (seconda metà Ottocento) e sui poeti Pascoli e D'Annunzio.

Vi prego di non copincollare da wikipedia, voglio solo le cose essenziali.

per esempio sui due poeti = città natale, particolari ambienti letterari frequentati, pensieri ecc..

Decadentismo = quando nasce, particolarità, come si contraddistingue, i temi affrontati dalla poesia ecc...

Mi va bene anche se mi mettete il link di un sito, che non sia wikipedia, in cui riassume queste cose in maniera semplice, chiara ed essenziale.

3 Answers

0 votes
by
selected by
 
Best answer

Per Decadentismo si intende un movimento artistico e letterario sviluppatosi in Europa, a partire dalla seconda metà dell'Ottocento fino agli inizi del XX secolo, che si contrappone alla razionalità della scienza.Negli ultimi decenni dell'Ottocento prende avvio in Francia, e si diffonde poi in Europa, il movimento letterario del Decadentismo. Gli scrittori di questa tendenza vennero inizialmente definiti decadenti in senso dispregiativo, perché negavano i valori morali correnti, sostenendo che l'unica preoccupazione dell'arte dovesse essere di natura esclusivamente estetica. L'estetismo è il culto della bellezza in sé. In Italia i maggiori rappresentanti del Decadentismo sono D'Annunzio e Pascoli. Nelle poesie di D'Annunzio infatti si può notare la sua idea del futuro, proiettato verso la glorie e bellezza esteriore. Anche Pascoli appartiene a questa corrente letteraria però la differenza e' che lui dà più importanza alle piccole e semplici cose della vita. A coloro che facevano parte di questa corrente letteraria fu attribuito il nome di "decadenti"(in senso dispregiativo,nel senso coloro privi di valori artistici) dai naturalisti.Gli aspetti più importanti del Decadentismo sono i poeti che, vengono rappresentati come artisti solitari, capaci di scavare nell'interiorità umana e nel mistero dell'ignoto. Anche la parola poetica cambia: non si usa più per descrivere sentimenti ma, soprattutto, per decifrare sensazioni e per illuminare l'oscuro ,e il tutto attraverso un linguaccio molto "soggettivo". (esempio mi ricordo che D'Annunzio utilizzò il termine "verdura" per indicare la vegetazione).

La parte che ho scritto sopra, riguarda i caratteri generali del Decadentismo e adesso ti riassumo le cose essenziali dei due poeti.

D'annunzio e' nato Pescara, 12 marzo 1863 ed e' morto Gardone Riviera, 1º marzo 1938, è stato uno scrittore, poeta, militare e politico italiano, simbolo del Decadentismo ed eroe di guerra. Soprannominato il Vate cioè "il profeta", occupò una posizione preminente nella letteratura italiana e nella politica.D'Annunzio, terzo di cinque fratelli, visse un'infanzia serena distinguendosi per la sua intelligenza e vivacità.Dopo aver concluso gli studi liceali (al prestigioso istituto Convitto Cicognini di Prato) giunse a Roma, con una notorietà che andava crescendo e si iscrisse alla Facoltà di Lettere.Gli anni 1881-1891 furono decisivi per la formazione dello stile comunicativo di D'Annunzio, e nel rapporto con il particolare ambiente culturale e mondano della città si formò quello che possiamo definire il nucleo centrale della sua visione del mondo. L'accoglienza nella città fu favorita dalla presenza in essa di un folto gruppo di scrittori, artisti, musicisti, giornalisti di origine abruzzese.

Giovanni Pascoli nato a San Mauro di Romagna 31 dicembre 1855 e morto a Bologna, 6 aprile 1912 è stato un poeta italiano, una figura emblematica della letteratura italiana di fine Ottocento.

Pascoli, malgrado la sua formazione eminentemente classicista, rappresenta, insieme a Gabriele D'Annunzio, il maggior poeta decadente italiano.Per pochi scrittori come per Pascoli le vicende della prima giovinezza furono determinanti nello sviluppo creativo della maturità: sembra quasi impossibile comprendere il vero significato di gran parte - e sicuramente la più importante della sua produzione poetica. Pascoli,quarto di dieci figli, nacque in una famiglia benestante. Pascoli durante l'infanzia fu soggetto ad una terribile trauma ovvero alla morte del padre e solo la sua cavalla aveva visto chi fosse l'assassino ecc e per questo a dodici anni scrisse la poesia "la cavalla storna", parlando proprio di questo episodio che, caratterizzò molto il suo STILE di scrivere. Frequentò il liceo classico e successivamente si iscrisse all'università di BOLOGNA e conseguita la laura intraprese la carriera di insegnate di latino e greco.

Ho cercato di spiegarmi in modo semplice e di scrivere tutte le informazioni più importanti! :))

Spero di esserti stata d'aiuto :DDDDDDDD

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat.
SHOW ANSWER
0 votes
by
Ecco a te un riassunto breve, conciso e completo sul decadentismo: http://bit.ly/167EsZZ
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat.
SHOW ANSWER
0 votes
by

è una seccatura mortale

da alessandra greco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat.
SHOW ANSWER
...